Accademia della Nutrizione

Login

Che sapore ha l'olio di semi di lino?

21 Marzo 2023
Tempo di lettura: 4 minuti

Olio di lino

Domanda dei lettori: "Che gusto ha l'olio di lino, è vero che ha un cattivo sapore?"

Risposta:

Alcune persone evitano di usare l'olio di lino come fonte di acidi grassi omega-3 perché in passato sono rimaste deluse dal suo cattivo sapore. In realtà, il cattivo sapore ce l'ha soltanto quando non è stata rispettata la catena del freddo e quindi l'olio è irrancidito. In quel caso, è giusto evitare di consumarlo, perché di omega-3 ne contiene ben pochi!

L'olio di lino è un'ottima fonte di omega-3: ne bastano 2 cucchiaini al giorno per coprire il fabbisogno (1 cucchiaino corrisponde a una porzione di cibi ricchi di omega-3 e in una giornata ne bastano 2 porzioni). Però bisogna fare attenzione a comprare solo quello con l'indicazione "da frigo" in etichetta, che si trova non sugli scaffali, ma nel banco frigo dei negozi. Una volta portato a casa va messo subito in frigo e va consumato entro circa un mese dall'apertura. Ci si accorge quando non è più utilizzabile perché inizia a puzzare.

Quando conservato bene, che sapore ha? E' inodore e ha un sapore tenue, con un po' di retrogusto amarognolo che ricorda moltissimo il sapore delle noci. Il sapore non si sente quando consumato assieme ad altro: per esempio in un'insalata condita con semi tritati ed eventualmente aceto, oppure spalmato sul pane in un panino con tofu e verdure. Spalmato su una fetta di pane con sopra un po' di lievito in scaglie è davvero buono, il sapore è un mix di lievito e noci.

Occorre ricordare di usarlo solo su pietanze a temperatura ambiente o appena tiepide.

Prendi il controllo della tua salute

Ricevi un mini-corso di nutrizione gratuito, iscrivendoti alla nostra newsletter. In più, ogni settimana consigli su alimentazione e salute.

Oltre 65.000 persone ci seguono, ci farebbe piacere se ti unissi anche tu.

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy

Viene venduto il bottiglie piccole, da 250 ml, quindi una bottiglia contiene 50 porzioni. Il costo non è elevato: una bottiglietta costa circa 5 euro, quindi ogni porzione costa solo 10 centesimi.

L'unica difficoltà sta proprio nel trovare quello "da frigo", perché in alcuni negozi viene ancora erroneamente tenuto sugli scaffali anziché nel banco frigo.

Le marche più diffuse che si possono trovare nei negozi di alimentazione biologica sono:

Tra gli alimenti ricchi di omega-3 non c'è solo l'olio di lino, ci sono anche i semi di lino, quelli di chia e le noci, ma l'olio di lino è particolarmente comodo perché ne basta poco; inoltre è privo di fibra, e queste due caratteristiche fanno sì che questa fonte sia l'unica utilizzabile nella dieta dei bambini piccoli (vegani o onnivori che siano).

Per saperne di più sugli omega-3 e altri nutrienti, è disponibile un video-corso di 3 ore e mezza della dottoressa Luciana Baroni:

Corso:
Integratori alimentari: quali, quando e come

  • 3:30 ore di lezione, accessibili 24 ore su 24
  • Corso adatto a tutti

460 iscritti
99% soddisfatti del corso

Il corso è stato davvero molto interessante, le slide erano perfette e le indicazioni aggiornatissime. Non avevo mai sentito trattare questo argomento in maniera così chiara ed esaustiva. — dr.ssa Chiara V.

Ho seguito il webinar con molto interesse e ho molto apprezzato l’organizzazione, la professionalità vostra e i contenuti di valore esposti dalla dottoressa Luciana Baroni. — dr.ssa Adele D.

Mi iscrivo! Altre testimonianze

© Copyright 2023 Accademia della Nutrizione. Se vuoi condividere questi contenuti, diffondi il link a questa pagina, grazie. Non è consentito riprodurre l'intero articolo o una parte di esso senza autorizzazione.


Questo articolo appartiene alle categorie:

« Indice del blog