Accademia della Nutrizione

Login

Ossa forti per i bambini con il calcio dei vegetali

04 Ottobre 2021
Tempo di lettura: 4 minuti

Bambina che salta

A livello scientifico è ormai noto che non esiste alcuna evidenza che il consumo di latte e latticini sia benefico per le ossa e prevenga (o curi) l'osteoporosi, mentre è stato dimostrato che una dieta ricca di vegetali è associata a una maggiore densità ossea.

Tuttavia, nella cultura popolare è ancora ampiamente diffusa la convinzione che latte, formaggi e altri latticini siano alimenti che "rendono le ossa forti" e siano l'unica buona fonte di calcio. Una "cultura" che si è formata soprattutto a causa del grande impegno dell'industria lattiero-casearia nella diffusione di queste informazioni nel corso dei decenni.

Sono molti invece i cibi vegetali con un buon contenuto di calcio altamente assimilabile e sono certamente da preferire ai latticini come fonte di questo nutriente: il calcio in questo caso si accompagna a sostanze benefiche (vitamine, altri minerali e fitocomposti), mentre in tutti i latticini si accompagna a sostanze dannose (colesterolo, grassi saturi, proteine che innescano allergie, lattosio e contaminanti).

Vediamo quali sono le migliori fonti di calcio nell'alimentazione dei bambini, fin dallo svezzamento.

Prendi il controllo della tua salute

Ricevi gratuitamente brevi articoli e consigli utili per la tua salute con la nostra newsletter.

Oltre 5000 persone ci seguono, ci farebbe piacere se ti unissi anche tu.

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy

Nello svezzamento

Nel corso dello svezzamento il calcio è un nutriente critico per tutti i bambini, indipendentemente dal tipo di dieta. Finché il bambino viene allattato, ne ottiene buone quantità dal latte materno o di formula, ma quando tale alimento non è più la parte preponderante della dieta occorre utilizzare nelle pappe dello svezzamento cibi e bevande che ne siano ricchi.

Durante lo svezzamento il consumo di verdure è molto basso (per mantenere basso il consumo di fibra) e avviene soprattutto in forma di brodo vegetale o estratti, quindi il calcio non si può ricavare dalle tante verdure che ne sono ricche. Esistono però molti altri alimenti utilizzabili.

Innanzitutto, una fonte altamente assimilabile e di facile somministrazione è l'acqua calcica: si tratta di acqua minerali ricche di calcio e povere di sodio (da preferire: Ferrarelle, Sangemini, Lete). L'acqua calcica può essere usata come base per la pappa o essere offerta come bevanda al bambino nel corso della giornata.

Altre bevande utilizzabili sono i latti vegetali addizionati di calcio: ne contengono la stessa quantità del latte vaccino e si possono anch'essi usare come base per le pappe o per delle merende dolci. Naturalmente non vanno a sostituirsi al latte materno o al latte formulato. Ricordiamo che anche il latte vaccino non può sostituire quello materno o quello formulato e comunque anche in diete non vegane esso non va mai utilizzato durante lo svezzamento: lo stesso Ministero della Salute ne sconsiglia l'uso prima dei 12 mesi. Dopo lo svezzamento, i latti vegetali sostituiscono egregiamente quello vaccino: sono più salutari e nutrienti e ne esistono in varietà molto maggiori.

Per quanto riguarda i cibi, ne esistono vari da usare nello svezzamento:

Formazione a livello professionale

Ricevi articoli sullo stato dell'arte della nutrizione vegetale con la newsletter dell'Accademia:

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy

Nelle età successive

Dopo i 2 anni, quando il consumo di fibra può (o meglio: deve!) aumentare, oltre agli alimenti sopra citati si possono aggiungere:

Molte altre nozioni sui nutrienti importanti per i bambini, e la donna in gravidanza e allattamento, sono disponibili nel nostro corso sull'alimentazione nelle diverse fasi della vita:

Corso:
La nutrizione vegetale nelle varie fasi del ciclo vitale

  • 11 ore di lezione, accessibili 24 ore su 24
  • Anche con crediti ECM

402 iscritti
98% soddisfatti del corso

Molto chiaro, professionale, molto utile per la mia professione. Ho apprezzato in particolare l'e-book allegato al corso, che continuo a sfogliare di tanto in tanto. — dott.ssa Maura T.

Senza ombra di dubbio, il corso mi è piaciuto e l'ho trovato chiaro molto ben organizzato. Mi è servito, e penso che sia di livello superiore, esteso e che risponda a molti interrogativi. — Licia I.

Il corso è molto interessante e ben organizzato; le informazioni contenute sono supportate da ampio materiale scientifico. — dott.ssa Angela A.

Mi iscrivo! Altre testimonianze

© Copyright 2021 Accademia della Nutrizione. Se vuoi condividere questi contenuti, diffondi il link a questa pagina, grazie. Non è consentito riprodurre l'intero articolo o una parte di esso senza autorizzazione.


Categoria: I nutrienti utili

« Indice del blog