5 motivi che rendono la fibra essenziale per una buona digestione

dr.ssa Denise Filippin, Biologa Nutrizionista

24 Giugno 2020

Intestino e cibi ricchi di fibra

Assumere fibra dall'alimentazione quotidiana aiuta il nostro organismo in tanti modi. Per quanto riguarda il processo digestivo, sono cinque i più importanti effetti della fibra che ci garantiscono la corretta digestione.

Esaminiamoli, come anteprima del corso on-line su intestino e digestione che verrà pubblicato a breve. Se vuoi avere lo "sconto VIP" valido per 2 giorni al momento del lancio, iscriviti alla nostra newsletter.

1. La fibra nutre i nostri batteri intestinali

Nel nostro intestino "abitano" microrganismi di vario genere, il cui insieme prende il nome di microbiota. Per la maggior parte si tratta di batteri, noti anche come "flora intestinale". Col microbiota viviamo in una condizione di simbiosi, ovvero una relazione tra organismi diversi che porta vantaggi a entrambi: i microrganismi trovano in noi cibo e riparo e noi otteniamo da loro vantaggi per la digestione e la salute in generale.

La fibra favorisce la crescita di questi batteri, il cui ruolo principale è proprio quello di far fermentare la fibra e produrre, durante questo processo, vitamine (come la vitamina K) e sostanze dai molti effetti utili: alcune regolano i movimenti intestinali, altre il sistema immunitario, altre ancora sono importanti per la protezione della mucosa intestinale.

2. La fibra rallenta l'assorbimento degli zuccheri

La fibra ha effetti positivi legati al rallentamento nell’assorbimento dei nutrienti. Ad esempio rallenta l’assorbimento degli zuccheri, con ripercussioni positive sulla glicemia: la glicemia è più stabile dopo i pasti, se i cibi consumati sono ricchi di fibra.

La fibra è anche in grado di rallentare l’assorbimento di colesterolo e grassi.

3. Aiuta il transito intestinale

La fibra di tipo solubile nutre i batteri e si trova per lo più in frutta, verdura e nei cibi ricchi di amidi. Invece la fibra insolubile è costituita soprattutto dalla crusca presente nei cereali integrali: questa fibra trattiene poca acqua ed è meno attaccata dai batteri.

La fibra insolubile provoca un aumento del volume della massa fecale e velocizza il transito intestinale, aiutando con un effetto meccanico a “pulire” l’intestino e limitando il tempo di contatto di sostanze potenzialmente dannose con la mucosa intestinale.

4. Aiuta a prevenire le malattie dell'intestino

Il consumo di fibra riduce il rischio di insorgenza di malattie dell’intestino come la diverticolosi del colon e di malattie cronico-degenerative come il tumore del colon-retto.

Protegge anche da altre patologie: diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari, ipertensione. Elevati consumi di fibra sono associati a una diminuzione delle concentrazioni di insulina e trigliceridi nel sangue.

5. Attiva il senso di sazietà

I cibi ricchi di fibra, sia solubile che insolubile, ci fanno sentire sazi e ci permettono di evitare l’eccessivo consumo di cibo. Mangiare meno rende il processo digestivo più veloce e meglio funzionante, e naturalmente è d'aiuto per mantenere il peso forma e non ingrassare.

Iniziare il pasto consumando verdure crude è una buona abitudine, che aiuta a garantire il senso di sazietà.

Dove si trova la fibra?

Possiamo definire la fibra come un insieme di residui vegetali non assimilabili: non può essere attaccata dagli enzimi e digerita, ma fornisce nutrimento ai batteri intestinali “buoni”, permettendo loro di proliferare.

La fibra si trova in tutti i vegetali, mentre non è presente nei cibi di origine animale, come carne, pesce, latticini e uova. Questi cibi, dunque, da una parte non aiutano lo sviluppo dei microrganismi utili alla salute, dall’altra promuovono la crescita di batteri potenzialmente patogeni.

L’assunzione giornaliera raccomandata di fibra è di almeno 25 grammi, mentre l'assunzione media stimata per la popolazione italiana onnivora è di soli 18 grammi al giorno, tra alimenti e integratori; chi segue un’alimentazione vegetale ne assume facilmente 40 grammi al giorno dalla sola fonte alimentare, senza la necessità di ricorrere a integratori.

Visti i molti effetti positivi della fibra per l’organismo, si tratta di un miglioramento notevole.

Queste informazioni, e moltissime altre riguardanti il processo digestivo, saranno presenti nel nuovo corso on-line su intestino e digestione che verrà pubblicato a breve. Se ti interessa l'argomento e vuoi approfittare dello "sconto VIP" applicato nei primi 2 giorni del lancio, iscriviti alla nostra newsletter dal box qui sotto: solo gli iscritti alla newsletter riceveranno in anteprima la notizia del lancio, e potranno così usufruire di un cospicuo sconto!

Per ricevere i prossimi articoli via mail iscriviti alla newsletter:

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy

I corsi on-line dell'Accademia della Nutrizione

  • Per il pubblico generale: prendi il controllo della tua salute attraverso l'alimentazione.

  • Per i professionisti sanitari, con crediti ECM: sviluppa competenze sul tema, sempre più richiesto, della nutrizione vegetale.

Vai al catalogo corsi

Corsi per il pubblico generale.

Corsi con crediti ECM (disponibili anche per il pubblico generale in versione senza crediti).