Accademia della Nutrizione

Login

Il ferro, prendilo dall'acqua

dr.ssa Luciana Baroni, Geriatra, Neurologa, Nutrizionista
10 Maggio 2022
Tempo di lettura: 4 minuti

sorgente acqua ferruginosa

Il ferro è un minerale importantissimo per l’organismo, in quanto ha sia funzione strutturale (entra nella formazione di emoglobina e mioglobina) che regolatrice (partecipa ad attività enzimatiche).

La carenza di ferro è la forma carenziale più diffusa nel genere umano, a prescindere dal tipo di dieta.

I soggetti maggiormente a rischio sono i bambini piccoli, le donne in età fertile con cicli abbondanti, le donne in gravidanza, i donatori di sangue e tutti i soggetti con patologie che comportano una perdita di sangue.

Il ferro nella dieta: da ferrico a ferroso

Il ferro è un minerale molto comune, che si ricava dagli alimenti ricchi di ferro, come legumi, verdure e cereali.

Tuttavia, nella dieta è presente in forma trivalente, detta "ferrica", che deve essere trasformata in forma bivalente, detta "ferrosa": il nostro organismo, infatti, è in grado di assorbire solo la forma ferrosa.

Dove trovare le acque minerali naturali ricche di ferro

L'acqua ha un contenuto molto scarso di ferro, tranne alcune acque particolari, chiamate "acque ferruginose": si tratta di acque minerali naturali che contengono oltre 1 mg di ferro per litro. Questo tipo di acqua non si trova al supermercato come acqua minerale in bottiglia (come avviene invece per le "acque calciche", cioè quelle ricche di calcio).

È disponibile solo in alcuni stabilimenti termali (soprattutto in Trentino) e in alcune sorgenti (come in Galles). Da queste sorgenti vengono confezionate bustine di acqua ad alta concentrazione di ferro (5 mg in 20 cc), particolarmente utili perché in forma ben tollerata.

Formazione a livello professionale

Ricevi un mini-corso di nutrizione gratuito, iscrivendoti alla nostra newsletter. In più, ogni settimana un articolo su nutrizione e salute.

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy

Un ferro ben tollerato e ben assimilato

La tollerabilità è importante, perché molti degli integratori di ferro in commercio non sono ben tollerati dal nostro organismo: possono provocare effetti collaterali come diarrea, stipsi e dolori addominali.

Inoltre, l'assorbimento del ferro proveniente dalle acque ferruginose è elevato, perché il ferro si trova prevalentemente in forma di solfato ferroso, cioè la forma che l’organismo è in grado di assimilare. Viene riportato un assorbimento fino al 40%, a seconda dello stato del ferro dell’organismo.

Quando si vuole scegliere il miglior integratore di ferro, va considerato che scegliere forme altamente assimilabili e tollerabili è di aiuto a molte persone, perché consente di effettuare l'integrazione in modo corretto.

Tuttavia, essendo molto instabile, si raccomanda di assumere la bustina di acqua a digiuno, assieme a una fonte di vitamina C, che permette di assorbire il ferro in maniera più efficace. La modalità d'uso è quindi versare la bustina in una spremuta di agrumi o in un centrifugato di frutta.

La posologia, cioè quante bustine al giorno consumare e per quanto tempo, va definita da un medico o nutrizionista, sulla base dello stato di carenza della singola persona.

Per conoscere quali sono i fabbisogni dei vari nutrienti, come ricavarli dalla dieta e quando utilizzare integratori, consigliamo il nostro corso on-line:

Corso:
Alimentazione plant-based nell'adulto: la teoria e la pratica

  • 13 ore di lezione, accessibili 24 ore su 24
  • Anche con crediti ECM

922 iscritti
98% soddisfatti del corso

Il corso e' stato molto bello ed interessante! Informativo per la mia professione e utile anche per me stessa. Corso esaustivo, ha soddisfatto le mie aspettative. — dott.ssa Valentina G.

Il corso mi è piaciuto tantissimo! Gli argomenti trattati danno una conoscenza di base molto approfondita sulle varie tematiche inerenti la nutrizione vegetale e hanno soddisfatto la mia curiosità, togliendomi tanti dubbi e dandomi tante nuove nozioni. Si spazia da tematiche più teoriche/ pratiche a quelle ambientali e inerenti la salute, il tutto espresso in modo chiaro e semplice. Secondo me è veramente valido e completo quindi consigliatissimo. — Rossana R.

Mi iscrivo! Altre testimonianze

Riferimenti

  • Quattrini S, Pampaloni B, Brandi ML. Natural mineral waters: chemical characteristics and health effects. Clin Cases Miner Bone Metab. 2016;13(3):173-180. doi:10.11138/ccmbm/2016.13.3.173 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5318167/

  • Worwood M, Evans WD, Villis RJ, Burnett AK. Iron absorption from a natural mineral water (Spatone Iron-Plus). Clin Lab Haematol. 1996 Mar;18(1):23-7. doi: 10.1111/j.1365-2257.1996.tb00732.x. PMID: 9118599

  • Halksworth G, Moseley L, Carter K, Worwood M. Iron absorption from Spatone (a natural mineral water) for prevention of iron deficiency in pregnancy. Clin Lab Haematol. 2003 Aug;25(4):227–31. [PubMed] [Google Scholar]

© Copyright 2022 Accademia della Nutrizione. Se vuoi condividere questi contenuti, diffondi il link a questa pagina, grazie. Non è consentito riprodurre l'intero articolo o una parte di esso senza autorizzazione.


Questo articolo appartiene alle categorie:

« Indice del blog